DIETRO OPPIDO MAMERTINA/ Tra manifestazioni pagane e bolle mediatiche

Scritto da Super User. Postato in Calabria

Il clamore vero e lo sdegno, in gran parte artificiali, sollevati dalla vicenda del paesino aspromontano di Oppido Mamertina, dove durante la processione della Madonna delle Grazie la statua sarebbe stata fatta fermare, per qualche secondo, sotto la casa del vecchio boss Giuseppe Mazzagatti, condannato all’ergastolo per omicidio e associazione mafiosa, si prestano a due diverse chiavi di lettura.

C’è senza dubbio l’inattualità delle processioni, originariamente religiose, che si svolgono in molti centri della Calabria. E’ stato molto chiaro, nel merito, l’arcivescovo di Cosenza e presidente della Conferenza Episcopale Calabra,  Salvatore Nunnari, secondo il quale i vescovi dovrebbero «arrivare al punto di proibire le processioni se si verifica che «i portatori assumono atteggiamenti anarchici».

La censura della processione dell'Affruntata, ultimo attacco dello Stato alla Chiesa

Scritto da Sabatino Savaglio. Postato in Calabria

Caro direttore, la censura della processione dell'Affruntata di Sant'Onofrio è grave. Il comitato provinciale per la pubblica sicurezza aveva stabilito, di propria autorità, senza nemmeno sentire il parere del parroco o del Vescovo di Mileto, monsignor Luigi Renzo, che le statue fossero portate a braccia da operatori della protezione civile, provenienti tra l'altro da altri centri. Secondo i responsabili provinciali della pubblica sicurezza due dei portatori sorteggiati, tra i dodici che avrebbero dovuto portare le tre statue di Gesù, di Maria e di Giovanni, erano in qualche modo imparentati con famiglie di 'ndrangheta.